Golose esplosioni di gusto e fantasia.

Proprietà

Proprietà delle essenze
Le caramelle balsamiche sono un classico della confetteria: il ripieno di essenza o di estratti rilasciano un aroma rinfrescante e salutare. Un effetto che vale anche per le gomme da masticare, che possono contenere ingredienti aromatici sia nella gomma che nella confettatura.


Menta - Rinfrescante e digestiva, è in grado di stimolare la secrezione gastrica e quella biliare.


Eucalipto - Antisettico delle vie respiratorie, antibatterico e antivirale, ha proprietà balsamiche ed espettoranti, oltre che antipiretiche (contrasta la febbre). Il suo estratto è quindi consigliato contro le infezioni dell’apparato respiratorio, come raffreddori o bronchiti, e ha azione calmante contro la tosse.


Agrumi - L’olio essenziale di limone ha proprietà antisettiche utili nelle bronchiti e nelle infezioni della bocca. Inoltre si è dimostrato in grado di agire sulla formazione del colesterolo endogeno, quello prodotto dal nostro stesso organismo, rallentandone la sintesi.


Anice - L’olio essenziale di anice verde facilita la digestione e, contemporaneamente, ha un’azione antisettica e antispasmodica sull’intestino.


Pino - Il profumo di pino si associa all’olio essenziale estratto dalle gemme, considerate dalla medicina tradizionale utili contro le infiammazioni delle vie respiratorie.

 

Proprietà della liquirizia
Le potenzialità terapeutiche della liquirizia derivano da numerosi principi attivi, di cui il più importante è la glicirizzina. Il succo concentrato svolge numerose attività: protegge lo stomaco (con proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti sulla mucosa gastrica e duodenale), rafforza il sistema immunitario (utile contro i processi di infiammazione cronica), regola l’equilibrio salinico dell’organismo e fa salire la pressione quando è bassa. La liquirizia assunta in caramelle e gomme svolge anche un’azione antibatterica, bloccando lo sviluppo dei microrganismi della carie.

Senza zucchero
La produzione di caramelle e chewing-gum senza zucchero è stata la tendenza più interessante della confetteria degli ultimi anni. Un’idea lanciata per scopi dietetici, ma che si è poi evoluta in una forma attiva di protezione della salute dei denti. La ricerca in ambito è stata sempre molto attiva, individuando ingredienti sostituitivi dello zucchero.

 

Fruttosio – È stato il primo zucchero alternativo. Ottenuto industrialmente dallo zucchero o a partire da farine come quella di mais, il fruttosio apporta le stesse calorie del saccarosio (4 per grammo), ma è più dolce: è infatti 1,7 volte più dolce dello zucchero. Quindi per avere lo stesso effetto dolcificante del saccarosio ne è necessaria una minore quantità.
La famiglia dei polioli – Il successo dei polioli è dato dal fatto che rispetto agli zuccheri alimentari causano potenzialmente meno carie. A dosi eccessive possono però causare effetti lassativi. Per questo, per tutti i prodotti che contengono polioli c’è l’obbligo di legge di inserire sull’etichetta la dicitura: “un consumo eccessivo può avere effetti lassativi”.


Maltitolo – Derivato del maltosio, è caratterizzato da un sapore dolce simile allo zucchero. È acariogeno e, inoltre, può essere consumato anche dai diabetici. Particolarmente adatto per le caramelle gommose, il suo potere calorico è di circa 2,4 kcal per grammo (rispetto alle 4 kcal/g dello zucchero).
Isomalt – Di colore bianco cristallino, è ottenuto dal saccarosio e fornisce circa 2 kcal per grammo. Essendo meno dolce dello zucchero è utilizzato in abbinamento a dolcificanti intensivi. È completamente acariogeno e adatto ai diabetici. Ideale per la produzione di caramelle dure, confetti e chewing-gum confettati.


Sorbitolo –  Presente in natura in vari frutti e bacche, si ottiene industrialmente dal glucosio. Ha bassa cariogenicità e possiede un potere dolcificante pari a circa la metà del saccarosio, apportando 2,4 calorie per grammo. È utilizzato in associazione con dolcificanti intensivi.


Mannitolo – Anch’esso si ottiene industrialmente a partire dal fruttosio. Ha un potere edulcorante inferiore allo zucchero e apporta solo 1,6/2 kcal per grammo. Anche in questo caso la combinazione con dolcificanti intensivi rafforza il gusto dolce della caramella o della gomma.


Xilitolo - Edulcorante naturale di origine vegetale, è ipocalorico e dotato dello stesso potere dolcificante dello zucchero. Lo xilitolo utilizzato nei chewing-gum non viene fermentato dai batteri del cavo orale e quindi non consente la formazione degli acidi che corrodono lo smalto. È inoltre antibatterico, in quanto ostacola la crescita dello Streptococcus Mutans, microrganismo responsabile della formazione della carie.

 

Gli effetti positivi sui denti
Se le caramelle senza zucchero garantiscono un minore apporto calorico e non si attaccano ai denti, le gomme da masticare “sugar free” portano anche dei vantaggi in più. Dopo pasti e spuntini, nei casi in cui non è possibile ricorrere allo spazzolino, il chewing-gum aiuta a mantenere i denti puliti. La masticazione stimola infatti la salivazione, che ha un’azione detergente e aiuta a rimuovere i residui di cibo, così come l’azione meccanica della gomma.

Marchi
Progetti

Un sito, con esperti di settore, per conoscere le merendine italiane

Racconta i mille risvolti delle buone storie di prima colazione

Partnership
Altre collaborazioni
Disponibile l'APP 'La pasta' realizzata da AIDEPI

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie. Visita la pagina con la Cookie Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information