Il sapore dolce e salato della tradizione.

Tipologie

Biscotti
“Biscotto” viene dal latino medioevale biscotus, cotto due volte. La duplice cottura elimina l’umidità e ne consente la lunga conservazione, proprio per questo il biscotto nasce come alimento delle scorte militari.
Unendo nutrizione e piacere, il biscotto è un alimento pratico che si presta a innumerevoli interpretazioni e variazioni: biscotti friabili (come i frollini), morbidi (come l’amaretto morbido) o spugnosi (come le madeleines), secchi e leggeri (come le classiche “Marie”) o croccanti (come l’amaretto secco o il cantuccino), raffinati (come le lingue di gatto), nati per essere utilizzati nelle preparazioni di altri dolci famosi (come il savoiardo), incipriati di zucchero a velo (come i canestrelli) o ancora mascherati al cioccolato, profumati alla vaniglia o al limone.

Crackers
Presentati in pratiche confezioni monodose, prodotti in una vasta varietà di tipi e gusti (con farine integrali, ai cereali, con olio d’oliva, senza sale in superficie ecc.), sani e leggeri perché fatti con lievito naturale e con pochi grassi aggiunti, i crackers costituiscono un ideale sostituto del pane.
La denominazione “crackers” è riservata ai prodotti da forno ottenuti secondo un preciso procedimento di lavorazione, stabilito dal DPR 283/93.

Fette biscottate
Le fette biscottate sono ideali per la prima colazione e la merenda, soprattutto se spalmate con marmellate o creme al cioccolato. La praticità delle fette, in termini di conservazione e di igiene, ne ha fatto un prodotto in grado di sostituire perfettamente la fetta di pane tostata, anche dal punto di vista nutrizionale: la leggerezza delle fette biscottate le rende infatti adatte a tutti.
La denominazione “fette biscottate” è riservata ai prodotti da forno ottenuti secondo un preciso procedimento di lavorazione, stabilito dal DPR 283/93.

Levitati di ricorrenza
Si tratta del Panettone, del Pandoro e della Colomba, tradizionali dolci italiani della ricorrenza, ma anche veri e propri ambasciatori del “Made in Italy” nel mondo, sempre più apprezzati anche all’estero.


Panettone - Tipicamente di Milano, è il classico dolce del Natale. La doppia lievitazione ottenuta con lieviti naturali, la particolare ricchezza di ingredienti accuratamente selezionati e un ciclo tecnologico che rispetta sempre quello tradizionale, rendono il prodotto particolarmente soffice e fragrante. Oggi al prodotto tradizionale si affiancano i Panettoni “speciali”, ricoperti di gianduia, di glassa, di mandorle, oppure farciti con creme allo zabaione, alla nocciola o al liquore.


Pandoro - Originario di Verona, è un dolce molto semplice, costituito da pochi ma selezionati ingredienti: farina, zucchero, burro e uova in abbondanza (da cui il tipico colore dorato) e burro di cacao (componente che contribuisce a dargli il tipico aroma).


Colomba - La “colomba pasquale” è un dolce lievitato da forno che nella forma ricorda appunto una colomba. È costituita da una soffice pasta arricchita di scorze d’arancia candita, ricoperta di glassa e decorata con mandorle e zucchero in granella.


Altre specialità - Accanto ai classici dolci nati per celebrare le ricorrenze della tradizione religiosa, in anni recenti le aziende produttrici hanno immesso sul mercato una ricca gamma di “torte da ricorrenza”. Questi dolci, che utilizzano come base prevalentemente la pasta a lievitazione naturale, hanno incontrato un grande favore presso i consumatori.


Merendine
Classici del “fuori pasto”, le merendine sono piccoli dolci monoporzione a base di pandispagna, pasta sfoglia o pastafrolla, fabbricati secondo le tradizionali ricette di dolci casalinghi tipicamente italiani.
Oltre a garantire un costante controllo sugli aspetti igienici e tecnologici, la moderna industria dolciaria, lavorando a stretto contatto con i nutrizionisti, assicura a questi prodotti una composizione nutrizionale ottimale e sempre più in linea con le moderne esigenze alimentari, privilegiando le ricette più semplici e arricchendole di ingredienti naturali, quali fibre, yogurt e frutta.

Torte
Le “torte pronte”, proposte in pratiche e igieniche confezioni pluridose, offrono al consumatore una ricca proposta di ricette, che vanno da quelle più raffinate della pasticceria classica a quelle più semplici e genuine “della nonna”. Una scelta di qualità per la colazione o la merenda.

Brioche e torte a temperatura controllata
In termini di dimensioni e prospettive, il segmento di innovazione più interessante nel settore dei dolci da forno è quello delle brioche e torte conservate a temperatura controllata. La caratteristica di questi prodotti, destinati prevalentemente al catering (ristoranti e bar), è che mantengono inalterate le caratteristiche di freschezza grazie alla conservazione a una temperatura costante di -20 °C.

Marchi
Progetti

Un sito, con esperti di settore, per conoscere le merendine italiane

Racconta i mille risvolti delle buone storie di prima colazione

Partnership
Altre collaborazioni
Disponibile l'APP 'La pasta' realizzata da AIDEPI

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie. Visita la pagina con la Cookie Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information